• Dott.ssa Giana Alessia

Aiuto! Mio figlio ha un DSA!


Mirko, che frequenta la seconda elementare, è stato segnalato dagli insegnanti per l'esigenza di approfondire alcune difficoltà relative alla letto-scrittura.

Viene descritto come un bambino molto responsabile, attento e disponibile all'impegno e al lavoro.

In ambito scolastico la scrittura viene presentata come caratterizzata da una serie considerevole di errori di tipo fonologico (inverte la "v" con la "f"), non fonologico (scrive "in" "sieme", anzichè "insieme") e relativamente all'applicazione delle regole ortografiche (sbaglia gli accenti, le a con l'"h" ecc...).

Anche la lettura è descritta come difficoltosa e caratterizzata da errori che determinano inceppo e aumento dei tempi di lavoro in compiti che richiedono la lettura autonoma.

In accordo con i genitori è stato effettuato un percorso di valutazione dei processi di letto-scrittura.

Dalla valutazione, effettuata con specifici test, si è deciso di diagnosticare a Mirko una dislessia e una disortografia, inquadrate sotto la dicitura DSA, Disturbi Specifici dell'Apprendimento.

In merito al comportamento, la valutazione e l'osservazione comportamentale hanno rilevato che Mirko è un bambino socievole e in grado di sostenere una conversazione con l'adulto in modo adeguato, tuttavia assume inizialmente un atteggiamento di insicurezza e indecisione che richiede la presenza costante della madre.

Una volta vinto l'imbarazzo iniziale, non evidenzia alcuna difficoltà a lavorare con l'esaminatore e a verbalizzare gli aspetti dell'ambito scolastico.

Per Mirko è stato proposto un percorso di potenziamento dei processi di letto-scrittura a livello ambulatoriale, svolto con il Servizio Bergamasco di Neuropsicologia, e un percorso domiciliare con un tutor formato.

I docenti a scuola hanno poi redatto il PDP (Piano Didattico Personalizzato) che serve per fissare su carta quelle che sono le misure compensative e dispensative che Mirko avrebbe poi avuto il permesso di usare in classe e anche durante le prove di verifica.

Alcune misure che sono state pensate sono le seguenti:

- Concordare con Mirko i momenti in cui si sente pronto a leggere ad alta voce davanti ai compagni;

- Valutare l'ipotesi di inserire il PC per aiutarlo tramite il correttore ortografico;

- Utilizzare mappe o schemi;

- Verificare che la consegna delle verifiche sia sempre compresa correttamente;

- Quando necessario, permettere una pre-lettura del testo da parte dell'insegnante.

Dopo questo percorso ambulatoriale e, in seguito all'introduzione della figura del Tutor per l'Apprendimento, Mirko è diventato più sicuro di sé e pronto ad affrontare meglio verifiche ed interrogazioni. Gli errori fonologici e non fonologici sono diminuiti e le maestre sono molto contente.

Mirko proseguirà anche in estate il percorso di riabilitazione con le psicologhe dello Studio Bergamasco di Neuropsicologia, con l'obiettivo di rinforzare l'apprendimento degli automatismi di scrittura e lettura.

dott.ssa Alessia Giana

#DSA #dislessia #disortografia #valutazione

85 visualizzazioni

SERVIZIO BERGAMASCO NEUROPSICOLOGIA

sbn.bergamo@gmail.com

333 5739499 | 345 7656256

via S.Rocco 29, Telgate (BG)

Copyrighty © 2017 Servizio Bergamasco Neuropsicologia - All right reserved